Mercoledì 20 Settembre 2017

Visita guidata al Data Center Aruba

Gli studenti del corso di Informatica e Telecomunicazioni dell'IIS Alessandrini di Teramo, si sono recati ad Arezzo per visitare il DataCenter di Aruba IT1, una delle più grandi realtà di questo tipo presenti nel nostro paese.

Aruba ha un network di tre data center e altri con partner di eccezione. Sono progettati, costruiti e gestiti per garantire la massima affidabilità. Il data center di Aruba è l’ultimo nato e corrisponde al livello Tier IV secondo gli standard di classificazione dell’Uptime Institute (The Data Center Authority). Con una potenza elettrica totale di 4 MW, un impianto elettrico ridondato 2N, oltre 80 Gb/s di connettività internet ed una interconnessione delle due infrastrutture di Arezzo con cavi multifibra, il data center di  Aruba riesce a garantire un servizio ai massimi livelli H24, 7 giorni su 7.
I ragazzi hanno avuto modo di apprezzare di persona tutti i sistemi di sicurezza e la struttura tecnica di un Data Center che al momento conta più di 18.000 server installati su una superfice di circa 5000 mq.
Con grande emozione siamo entrati nella stanza dei server e siamo stati avvolti da un flusso di aria calda. Questa è stata la prima sorpresa perché eravamo convinti di entrare in un ambiente fresco, con aria condizionata. Ci hanno subito spiegato che l’aria fresca viene confluita direttamente all’interno dell’armadio rack, garantendo quindi la giusta temperatura del server, senza dover raffrescare tutto l’ambiente circostante.
Passeggiando fra i corridori creati dagli armadi Rack pieni di computer, led lampeggianti, fasci di cavi colorati  e ventole rumorose, si sentiva un forte odore di computer nuovi e si aveva la sensazione di essere all’interno di un film di fantascienza.
Dopo aver completato il  giro all’interno della struttura,  i ragazzi hanno preso visione del sistema di condizionamento dell’aria ed del sistema di alimentazione elettrica. Quest’ultima viene garantita H24 con una doppia fornitura esterna. Se viene a mancare la fornitura da Enel, interviene la seconda linea. In caso di interruzione anche della seconda linea elettrica, entrerebbero in funzione le batterie che sono in grado di alimentare tutto l’edificio per almeno 30 minuti. Se non viene ripristinata l’alimentazione entro i 30 minuti, si accende il generatore di corrente che viene mosso da un enorme motore navale. Anche qui la sicurezza è massima perché di motori ne sono 2.
Salutando i tecnici di Aruba, alcuni ragazzi, rimasti affascinati dalla visita, hanno chiesto informazioni su come poter entrare a lavorare in Aruba e quale titolo di studio viene richiesto. Con nostra soddisfazione ci siamo sentiti dire che principalmente richiedono laureati in ingegneria informatica ma anche periti informatici, purché ovviamente abbiano conoscenze e capacità adeguate.
Finita la visita al Data Center, ci siamo recati al centro di Arezzo ed abbiamo avuto la possibilità di visitare una città ricca di cultura e fascino storico.
Durante il ritorno è stata fatta una pausa nel piccolo borgo di Norcia ed anche qui i ragazzi sono rimasti sorpresi positivamente.
In conclusione, la visita è stata un’occasione per approfondire alcuni argomenti trattati durante le lezioni in classe ed in laboratorio; E’ stata anche un’ottima occasione per i ragazzi di socializzare tra loro e condividere insieme momenti distensivi.

 

Riferimenti TeramoScuol@2.0

  • Istituto di Istruzione Superiore  "Alessandrini-Marino"
  • Via San Marino, 12  Teramo
  • Dirigente Scolastico: Prof.ssa Stefania Nardini
  • Referente Scuol@2.0: Prof. Mauro De Berardis

 

Meteo, Mappe & MyIP

meteo maps mioip
Scroll to top